Archivi tag: Qualunquismo

Fenomenologia del qualunquismo

Si può seriamente pensare che il comico Beppe Grillo risolverà i problemi dell’Italia dal suo blog? Ci vuole davvero un comico per smuovere le coscienze politiche della gente? Io mi chiedo se chi si avvicina a lui e lo segue come leader di un partito virtuale o civico può sentirsi a tutti gli effetti rappresentato ed essere orgoglioso del fatto che ci sia voluto proprio lui per spingerlo all’impegno sociale. Magari ci si dimentica che nella nostra storia ci sono state persone come Cavour, Mazzini, Giolitti, De Gasperi, ecc.
La lista è lunga ma nessuno se lo ricorda davvero perché bisogna far spettacolo e dire le cose in maniera da far ridere o piangere per interessare davvero la gente.

Lavaggio del cervello
Spot e slogan martellanti

Se uno davvero vuol cambiare le cose si impegna politicamente in prima persona o vota almeno in maniera da costruire un cambiamento della situazione, se la situazione non gli piace. Partecipando attivamente alla politica nazionale o locale si può benissimo essere una bandiera di cambiamento col proprio operato, anche in un partito del 30 o 40%. Bisogna svegliare il torpore mentale in cui ci si ritrova per ozio o pigrizia e dire le cose che si pensano facendo valere le proprie opinioni. Questo non deve per forza avvenire in maniera semplice e con un vaffanculo ma potrebbe anche richiedere un grande sforzo personale.

Con questo non dico che Grillo non dica sempre delle cose giuste. Il fatto è che si procede verso una deriva qualunquista che porta a dire:

«Qualunque cosa fa schifo. Qualunque persona che cerchi di sistemare tal cosa fa schifo. Qualunque politico fa schifo. Qualunque qualunque è qualunque in qualche modo.»

Continua a leggere

Annunci

4 commenti

Archiviato in Politica, Riflessioni, Satira, Società, Tempo