Archivi categoria: Film

Essi vivono

Essi vivono

“Ci rendono schiavi delle forze oscure della materia corporale e con la vanità, l’ansia e l’indolenza ci anestetizzano la mente. Queste manipolazioni sulla psiche sono state identificate 8 mesi fa da un ristretto numero di scienziati…I quali scoprirono incidentalmente che questi segnali provenivano da (…). La nostra natura umana si è lasciata sopraffare dalle istituzioni esistenti, crediamo di essere ricchi invece siamo precipitati nell’abisso dell’aridità e della miseria, privandoci di ogni aspirazione espressione e valore umano. Questi artifici ci mantengono in uno stato di banalità elevata impedendoci di vedere la degradazione con la quale abbiamo schiacciato il mistero di Dio che è in noi, e se continueremo a vegetare nella vigliaccheria nella cecità e nel mutismo sarà la fine. Si sono impadroniti della Terra e ci manovreranno indisturbati finchè non li scopriremo e quando ci avranno annientati useranno la melma della nostra materia per concimare i loro giardini.”

Annunci

Lascia un commento

5 gennaio 2014 · 23:27

Da quel fatale …

Da quel fatale giorno in cui fetidi pezzi di melma fuoriuscirono dalle acque ed urlarono alle fredde stelle: “io sono l’uomo” il nostro grande terrore è stato sempre la conoscenza della nostra mortalità, ma stanotte lanceremo il guanto della scienza contro lo spaventoso volto della morte stessa, stanotte noi ascenderemo nell’alto dei cieli, sfideremo il terremoto, comanderemo il tuono, e penetreremo fino nel grembo dell’impervia natura che ci circonda. (Frederick)

Frederick Frankenstein. Da “Frankenstein junior” di Mel Brooks.

Lascia un commento

5 gennaio 2014 · 23:06

Alla ricerca di un possibile futuro

Siamo sempre spinti alla ricerca di un possibile futuro. Ciò è confermato da quello che compriamo, che guardiamo, che ci interessa. Il caso vuole, infatti, che facciamo di tutto per programmarci un possibile domani in un’età che è quella dell’incertezza. Se compriamo romanzi, riviste e film che parlano di fantascienza, di olocausto nucleare, di robot, spazio e cyborg c’è un motivo incoscio.

La nostra natura più bassa, il nostro Id, ci spinge verso la conoscenza, ma non per voglia di sapere fine a se stessa o elevamento culturale. Per paura. La paura ci governa e ci guida, ci impedisce tramite l’istinto di cadere nelle trappole che il destino ci ha teso e lo fa con arguzia da millenni. L’uomo evolve e cerca risposte a domande incomprensibili che trattano quasi sempre del suo essere e del suo avvenire. La nostra paura più grande non a caso è la fine di tutto sancita dalla morte.

In questo scenario ecco apparire i film e i romanzi catastrofici. Basti vedere “Io sono Leggenda” uscito nel 2007 oppure la prossima produzione di “Terminator 4”. Adesso si progetta anche una trilogia fantascietifica con protagonista John Connor, il salvatore del mondo dopo l’avvento dell’olocausto nucleare ad opera dell’intelligenza artificiale nata sulla rete di Skynet.  Il protagonista sarà Christian Bale, già primo attore in “Batman Begins” ed “Equilibrium”. Uscirà a maggio del 2009, per chi fosse interessato.

 Terminator Salvation

2 commenti

Archiviato in Film, Riflessioni, Società, Tempo

Una recensione di Pulp Fiction (1994)

Pulp Fiction
Los Angeles. Una serie di assurdi personaggi vive altettante vicende che finiscono per incrociarsi tra loro. Due killer balordi, Jules Winfield (Samuel L. Jackson) e Vincent Vega (John Travolta), uccidono per sbaglio uno scagnozzo rivale e cercano in tutti i modi di ripulire la propria auto prima che qualcuno se ne accorga.
Mia (Uma Thurman), la donna del boss Marcellus Wallace (Ving Rhames) va in overdose per una dose “sbagliata” di eroina e il suo accompagnatore – sempre Vincent – cerca di rianimarla tramite un’iniezione di adrenalina.
Butch (Bruce Willis), un pugile di terz’ordine, non rispetta un incontro di boxe truccato e per questo viene inseguito dagli sgherri del boss Marcellus, ma un ulteriore imprevisto sorprenderà l’uno e gli altri. Infine due rapinatori, Yolanda (Amanda Plummer) e Ringo (Tim Roth), finiscono per rapinare la caffetteria dove si trovano Vincent e Jules, scatenando l’ira di quest’ultimo…

Travolta

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Film

Pi Greco – Il teorema del delirio

Sicuramente uno dei miei film preferiti.

Pi greco

Titolo originale: Pi
Nazione: Usa
Anno: 1998
Genere: Thriller
Durata: 1h e 24′
Regia: Darren Aronofsky
Sito ufficiale: www.pithemovie.com
 
Attori protagonisti: Sean Gullette
Cast: Mark Margolis, Ben Shenkman, Pamela Hart, Stephen Pearlman, Samia Shoaib, Ajay Naidu
Produzione: Artisan Entertainment
Distribuzione: Cecchi Gori
Uscita prevista: 30 Agosto 1999 (cinema)
18 Aprile 2000 (vhs)

Trama:
Max Cohen sin da ragazzo è un genio matematico, le sue nuove teorie riguardanti leggi matematiche in grado di dare una spiegazione all’esistenza umana, fanno gola a molti tra cui Wall Street e una setta di ebrei ortodossi.

Darren Aronofsky in questo film ha dato il meglio di se e, se non sbaglio, è stato anche premiato a Cannes. Attraverso la matematica il protagonista arriva a comprendere il tutto e questo lo porta quasi alla follia. Ottima la scelta del bianco e nero che taglia i personaggi e li delinea in maniera netta e precisa, quasi li caratterizza. Quello che mi ha colpito di più è il computer old-era che si vede per buona parte del film.

pc

Ho trovato un bel post su officineitalia fatto da thespleen a quest’indirizzo.

Lascia un commento

Archiviato in Film