Ambientazione per GdR cyberpunk

Ho cercato di creare un’ambientazione per un GdR cyberpunk. L’ho basata principalmente su Blade Runner.

Vediamo di cercare di capire come ambientare il GdR. Prendendo come punto di partenza Blade Runner:

Citato da: Wikipedia
Il film è interamente ambientato a Los Angeles, nel novembre del 2019. Il pianeta Terra, a causa dell’inquinamento e del sovraffollamento, è diventato invivibile. Chi può si trasferisce nelle colonie extramondo, mentre sulla Terra rimangono coloro che sono stati scartati alla visita perché malati (come J. F. Sebastian, affetto da invecchiamento precoce) o coloro che non possono permettersi il viaggio. La vita animale e vegetale è pressoché scomparsa, per cui è proibito uccidere veri animali.

 

La città di Los Angeles è perennemente avvolta dalla nebbia prodotta dall’inquinamento, che offusca il Sole e produce una pioggia continua. Le strade, rese luride dalla pioggia, brulicano di veicoli e di persone di ogni razza, anche se è nettamente predominante la componente asiatica. In città si parla il Cityspeak, uno slang multilinguistico e multietnico.

I moderni grattacieli e le industrie sorgono accanto ai palazzi più antichi, per lo più fatiscenti e adattati alle “nuove tecnologie” facendo passare le tubazioni sulle facciate esterne. L’assenza totale del bello contribuisce a trasmettere allo spettatore la sensazione di claustrofobia.

Prendiamo come anno di ambientazione il 2059, 50 anni da oggi. Ci troviamo in Europa, ormai unificata come vera nazione e sommersa da nuove razze e culture frutto di decenni di mescolanze culturali proprie del vecchio continenti. L’inquinamento è predominante, anche se si è riusciti ad avere un clima più vivibile per via della ricerca sulle fonti d’energia rinnovabile. La vegetazione e la fauna sono ancora presenti ma solo in zone che potrebbero essere viste come delle vere e proprie oasi “naturali”. Le città sono stratificate e si sviluppano concentricamente non lasciando la possibilità a chi vi transita di comprendere dove finisca una ed inizi l’altra. Tutto è un continuum di grattacieli ed edifici e pochissimo è ancora  assimilabile a quello che un tempo poteva essere definito spazio verde. I governanti della Terra ormai sottostanno ad una grande superpotenza indocinese e la Russia è tornata ad essere l’Unione Sovietica, per volontà della classe dirigente degli anni 20, obbligata allo studio e al lavoro sul mito di una nuova era del capitalismo mondiale. L’America è ormai in piena decadenza e la sua cultura è vista come un qualcosa di completamente sorpassato.

Se vuoi giocare via forum con questa ambientazione vai su

Quasi tutti gli uomini possiedono innesti nanotecnologici e sono continuamente in contatto per mezzo di microtrasmettitori eredi dei vecchissimi RFID. Molti uomini hanno scelto di aumentare le loro capacità percettive tramite l’utilizzo di MEMS. Il Giappone è diventato a tutti gli effetti la capitale mondiale del nuovo stato dei Replicanti: creature nate dalla coltivazione in laboratorio di cellule umane selezionate e potenziate da un esoscheletro bionico e il 70% di nanomacchine per consentirne la coesistenza. Oltre a questi ci sono comunque le evoluzioni della prima generazione di robot al 100% non umani.

Attorno ai due grandi continenti (Europa e Asia) è cresciuta in maniera enorme la potenza dell’Antico continente. Ora l’Africa detiene la Terza Cultura: la padronanza del soprannaturale. Nei decenni la cultura scientifica si è trasformata in sapere robotico (bionica, sistemi, bioautomazione e nanotecnologia applicata). La conoscenza umanistica del secolo precedente ormai è qualcosa che ha un sentore di dogmatismo inutile e viene professata come se fosse una sorta di religione.

  • Sapere Classico == Pensiero scientifico
  • Robotica e ingegneria dell’Automazione
  • Nuovo sapere == Poteri extrasensoriali, capacità di dominazione mentale ecc.

Ci sarebbero 3 tipologie di giocatori:

  • Umani — Europa
  • Robot/Cyborg/Replicanti — Giappone/Asia
  • Hevo — Africa

Il periodo storico preannuncia lo scoppio di una guerra mondiale: la IV guerra mondiale. Tra la ormai ridotta popolazione mondiale umana si cerca una sorta di “rifugio” e di salvezza per la catastrofe preannunciata dagli Hevo.

 

Una prima campagna con questa ambientazione “Hevo”

Annunci

3 commenti

Archiviato in Giochi

3 risposte a “Ambientazione per GdR cyberpunk

  1. Lo scopo del gioco dipende dalle “campagne” normalmente. In un GdR si setta l’ambientazione, poi si crea una storia e su quella si fanno vivere i personaggi.

    Per esempio lo sventare un gravissimo attentato che porterebbe poi all’olocausto nucleare…

    Ci sono due modi, per sommi capi, di giocare ad un GdR. Il primo consiste nel crearsi un personaggio ben delimitato e definito, il secondo consiste nel creare un background del personaggio e di farlo evolvere man mano che il gioco va avanti. Il Master nel gioco, nel secondo caso, delimita – in base al bg e al gioco – il personaggio stesso.

    gli umani devono per forza essere europei? Gli Hevo (che a quanto ho capito sono gli psionici ) devono per forza essere africani?

    Inoltre: si potrebbero introdurre i mutanti? Non mi riferisco tanto ad una razza di Homo Superior con chissà quali fantomatici poteri, semmai il contrario, una razza di reietti, di paria deformi, relegati a vivere nel sottosuolo e/o nelle fogne, una sorta di Morlocks.

    Non è che un umano non possa vivere in America, Asia o dovunque. I poteri degli Hevo (da Evoluzione) vengono sviluppati in Africa che per migliaia di anni ha continuato a credere a cose che l’uomo del primo mondo non considerava null’altro che fesserie degne solo di qualche film per i ragazzi. Ovviamente un europeo può benissimo avere il modo di sviluppare certe capacità, ma costui deve avere un motivo valido per farlo. Per esempio venire allevato da Hevo o cose del genere.

    Gli Hevo hanno solo i loro poteri e grazie a questi sono riusciti a combattere lo strapotere del primo mondo, dell’Europa, dell’IndoCina e della nazione robotica giapponese. Ovviamente non vogliono dare modo all’Europa o ad altri di apprendere i loro poteri, anche se un uomo del mondo sviluppato non riuscirebbe a capire come sviluppare tali poteri, visto che per lui non possono neanche essere immaginati.

    Sulla questione degli uomini mutati penso che non sia bene introdurre altre classi di gioco. Se fossimo in buon numero si potrebbe, ma se non raggiungiamo nemmeno 5 giocatori non penso che si possa neanche ipotizzare. Meglio creare una compagnia di classi miste sulla base delle principali. E’ quello che si fa normalmente in qualsiasi GdR.

    Ecco una possibile soluzione per gli umani. Essi hanno salvato dallo sfacelo del terzo conflitto mondiale – nel dettaglio nei sotterranei di una banca svizzera – un utilissimo segreto tecnologico incomprensibile ai nanbot et similia, per via del loro cervello “booleano”. Sono riusciti a costruire e salvare i prgetti per delle macchine a logica quantistica. In pratica hanno dei computer capaci di poter “predire il futuro”, con una certa probabilità e al di là di immancabili paradossi, il futuro prossimo ad una data azione.

    L’umano è come se potesse, in possesso di un piccolo computer del genere, “tirare il dado due volte”…

    Posso chiedere a cosa ti sei ispirato? Mi sembra di averl letto qualcosa nel manuale di Cyberpunk, ho ragione? Wink

    Non mi sono ispirato – almeno credo – a nulla. Ho utilizzato dell’inventiva sulla base di alcune cose di informatica quantistica che avevo letto. Tutto qua. Cheesy

    Non ho letto il manuale cyberpunk ma vivo praticamente studiando un possibile futuro di questo tipo. Ci sono molte più cose già ora in ricerca di quante se ne possano immaginare. E ci sono moltissime cose che l’utente comune neanche vede già in commercio.

  2. Ogni essere umano ha in sé la possibilità di esprimere tali poteri. Il problema sta nel fatto che solo dopo millenni di evoluzione delle credenze di un terzo mondo arretrato sono venuti fuori. Devi considerare gli Hevo come Homo Hevolutus o una cosa del genere. Uno stadio dell’evoluzione dettato soprattutto da fattori sociologici e ambientali.

    Doveva nascere da Homo Evolutus – mi è venuto da Evoluzione che viene anche da evolutus. Unendo poi H del primo con EVOlutus ho creato Hevo. Mi ci voleva un nome e così…

    Si potrebbero anche chiamare Darw, Hevo e NanB le tre classi…

  3. Andrew Robinson

    Ecco una possibile soluzione per gli umani. Essi hanno salvato dallo sfacelo del terzo conflitto mondiale – nel dettaglio nei sotterranei di una banca svizzera – un utilissimo segreto tecnologico incomprensibile ai nanbot et similia, per via del loro cervello “booleano”. Sono riusciti a costruire e salvare i prgetti per delle macchine a logica quantistica. In pratica hanno dei computer capaci di poter “predire il futuro”, con una certa probabilità e al di là di immancabili paradossi, il futuro prossimo ad una data azione.
    +1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...