Ingegneria

Gli ingegneri fanno funzionare le cose, applicano teorie, metodi e strumenti ove necessario e in modo selettivo, sanno scegliere tra le varie alternative, sanno scoprire nuove soluzioni quando non ce ne sono di applicabili, tengono in considerazione aspetti organizzativi, economici e finanziari.

L’ingegneria del software

L’applicazione di un approccio sistematico, disciplinato e quantificabile allo sviluppo, all’esercizio e alla manutenzione del software – ovvero l’applicazione dell’ingegneria al software e lo studio degli approcci di cui sopra.

Immagine

Lascia un commento

Archiviato in Informatica

Essi vivono

Essi vivono

“Ci rendono schiavi delle forze oscure della materia corporale e con la vanità, l’ansia e l’indolenza ci anestetizzano la mente. Queste manipolazioni sulla psiche sono state identificate 8 mesi fa da un ristretto numero di scienziati…I quali scoprirono incidentalmente che questi segnali provenivano da (…). La nostra natura umana si è lasciata sopraffare dalle istituzioni esistenti, crediamo di essere ricchi invece siamo precipitati nell’abisso dell’aridità e della miseria, privandoci di ogni aspirazione espressione e valore umano. Questi artifici ci mantengono in uno stato di banalità elevata impedendoci di vedere la degradazione con la quale abbiamo schiacciato il mistero di Dio che è in noi, e se continueremo a vegetare nella vigliaccheria nella cecità e nel mutismo sarà la fine. Si sono impadroniti della Terra e ci manovreranno indisturbati finchè non li scopriremo e quando ci avranno annientati useranno la melma della nostra materia per concimare i loro giardini.”

Lascia un commento

5 gennaio 2014 · 23:27

Da quel fatale …

Da quel fatale giorno in cui fetidi pezzi di melma fuoriuscirono dalle acque ed urlarono alle fredde stelle: “io sono l’uomo” il nostro grande terrore è stato sempre la conoscenza della nostra mortalità, ma stanotte lanceremo il guanto della scienza contro lo spaventoso volto della morte stessa, stanotte noi ascenderemo nell’alto dei cieli, sfideremo il terremoto, comanderemo il tuono, e penetreremo fino nel grembo dell’impervia natura che ci circonda. (Frederick)

Frederick Frankenstein. Da “Frankenstein junior” di Mel Brooks.

Lascia un commento

5 gennaio 2014 · 23:06

HTML5: features with examples

Lascia un commento

18 novembre 2013 · 10:34

L’ingegneria

L’Ingegneria non è una materia esatta come la Matematica; quindi è importante e necessario usare l’approssimazione in quasi tutti i problemi. Il fatto cruciale è conoscere i modelli giusti e usare delle approssimazioni valide nella risoluzione dei problemi.

Smorzamento

Lascia un commento

Archiviato in Matematica, Riflessioni

L’albergo infinito

L’albergo infinito ha un numero infinito di stanze ma sfortunatamente, quando arrivate all’albergo, il direttore vi dice che le stanze sono tutte occupate e non ci sono posti disponibili.
Infinito«Ma voi avete un numero di stanze infinito, o no?» replicate voi. «Sì, questo è vero» vi risponde il direttore «ma tutte le nostre stanze sono occupate e non ne è rimasta libera nemmeno una.» Riflettete sulla situazione e cercate di trovare una soluzione, poi vi balena un’idea che potrebbe sistemare la faccenda.
«Fate così signor Direttore» suggerite al direttore dell’albergo infinito: «Spostate la persona che sta nella stanza 10 nella 11, l’occupante della 11 nella 12, quello della 12 nella 13 e così via all’infinito. Se faceste come vi ho appena detto potreste riuscire a liberare la stanza 10 per me e non avreste di certo problemi visto che il vostro albergo possiede un numero infinito di stanze.

Così facendo vi siete ricavati uno spazio libero in un albergo infinitamente pieno e potreste anche riuscire a liberare un infinito numero di stanze se solo spostaste gli occupanti della stanza x in una stanza x2.

La storia precedente era un “cavallo di battaglia” del matematico tedesco David Hilbert (1862 – 1943). Per questo questo racconto viene anche soprannominato “l’Albergo di Hilbert”.

Lascia un commento

Archiviato in Matematica

Ambientazione per GdR cyberpunk

Ho cercato di creare un’ambientazione per un GdR cyberpunk. L’ho basata principalmente su Blade Runner.

Vediamo di cercare di capire come ambientare il GdR. Prendendo come punto di partenza Blade Runner:

Citato da: Wikipedia
Il film è interamente ambientato a Los Angeles, nel novembre del 2019. Il pianeta Terra, a causa dell’inquinamento e del sovraffollamento, è diventato invivibile. Chi può si trasferisce nelle colonie extramondo, mentre sulla Terra rimangono coloro che sono stati scartati alla visita perché malati (come J. F. Sebastian, affetto da invecchiamento precoce) o coloro che non possono permettersi il viaggio. La vita animale e vegetale è pressoché scomparsa, per cui è proibito uccidere veri animali.

 

La città di Los Angeles è perennemente avvolta dalla nebbia prodotta dall’inquinamento, che offusca il Sole e produce una pioggia continua. Le strade, rese luride dalla pioggia, brulicano di veicoli e di persone di ogni razza, anche se è nettamente predominante la componente asiatica. In città si parla il Cityspeak, uno slang multilinguistico e multietnico.

I moderni grattacieli e le industrie sorgono accanto ai palazzi più antichi, per lo più fatiscenti e adattati alle “nuove tecnologie” facendo passare le tubazioni sulle facciate esterne. L’assenza totale del bello contribuisce a trasmettere allo spettatore la sensazione di claustrofobia.

Prendiamo come anno di ambientazione il 2059, 50 anni da oggi. Ci troviamo in Europa, ormai unificata come vera nazione e sommersa da nuove razze e culture frutto di decenni di mescolanze culturali proprie del vecchio continenti. L’inquinamento è predominante, anche se si è riusciti ad avere un clima più vivibile per via della ricerca sulle fonti d’energia rinnovabile. La vegetazione e la fauna sono ancora presenti ma solo in zone che potrebbero essere viste come delle vere e proprie oasi “naturali”. Le città sono stratificate e si sviluppano concentricamente non lasciando la possibilità a chi vi transita di comprendere dove finisca una ed inizi l’altra. Tutto è un continuum di grattacieli ed edifici e pochissimo è ancora  assimilabile a quello che un tempo poteva essere definito spazio verde. I governanti della Terra ormai sottostanno ad una grande superpotenza indocinese e la Russia è tornata ad essere l’Unione Sovietica, per volontà della classe dirigente degli anni 20, obbligata allo studio e al lavoro sul mito di una nuova era del capitalismo mondiale. L’America è ormai in piena decadenza e la sua cultura è vista come un qualcosa di completamente sorpassato.

Se vuoi giocare via forum con questa ambientazione vai su

3 commenti

Archiviato in Giochi